Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Il periodo di transizione quando si cambia marca di crocchette

Articolo a cura di:

Dott. Sergio Canello

Fondatore e responsabile Centro Ricerche SANYpet Medico veterinario ed esperto internazionale in patologie di origine alimentare


​​​​​​​Quando si cambia marca di crocchette, è necessario un passaggio graduale?

Tutte le confezioni di pet food riportano, fra le istruzioni, l'invito a introdurre il nuovo alimento gradualmente per evitare la comparsa della diarrea. Effettivamente, tutti i proprietari di cani che provano le più diverse marche per individuare quella che crea meno problemi al proprio animale, sanno perfettamente che un passaggio graduale, effettuato attraverso il mescolare le vecchie crocchette con le nuove è l'unico metodo che evita defecazioni in casa o in giro. La motivazione che viene data sembra perfettamente logica: la flora intestinale deve adeguarsi al nuovo cibo, e per arrivare a ciò sono necessari cinque/sette giorni. Quando ho fondato Sanypet con l'obiettivo di riparare tutti gli errori presenti nel petfood con delle formule sane e complete, ho ritenuto logico seguire il concetto e, difatti, su tutte le confezioni Forza10 è riportata la frase canonica. Nel corso degli anni, però, ho cominciato ad avere sempre più segnalazioni, da clienti che si erano arrischiati a fare il cambio immediato, di mancata comparsa della diarrea e di una istantanea digestione ottima delle varie referenze Forza10. Ho capito gradualmente che   
un cibo sano e completo non provoca alcun problema intestinale.

L'esperienza americana

Posso dire di più: in base all'esperienza, negli Stati Uniti, fin dall'inizio suggeriamo di fare il cambio immediato, sia perché non crea problemi, sia per far vedere l'effetto sul cane in tempi rapidissimi. Come sapete, le diete Forza10, quando funzionano (e quasi tutti coloro che le utilizzano lo confermano), funzionano subito, fra l'altro con percentuali superiori all'80% dei casi, e gli effetti si vedono quasi sempre in pochi giorni. Ovviamente, la completa guarigione avviene in tempi proporzionali alla gravità del problema, e vi sono casi (pochi) in cui non funziona perché la causa è diversa da quelle che abbiamo identificato. Comunque, negli Stati Uniti, finora, non abbiamo ricevuto segnalazioni di diarrea con il cambio di dieta repentino.
 

Come mai succede ciò?

Non abbiamo una prova scientifica, ma la logica elementare dice che, pressoché sicuramente, se l'alimento è sano e completo, di problemi non ne crea. Potenza di Forza10, ma potenza molto più potente della natura, se all'organismo si forniscono materie prime "normali", tutto va nel migliore dei modi. Fidatevi di Forza10!