postit_IT
0 IT

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello
0 IT

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Crocchette ipoallergeniche: ecco come trattare al meglio le intolleranze alimentari nel cane

Il tuo amico a quattro zampe è un cane sensibile che soffre spesso di diarrea, vomito e prurito cutaneo? Una dieta a base di crocchette ipoallergeniche ti aiuterà ad affrontare e risolvere questi disturbi nella maniera più sana e naturale possibile!
 

Allergie e intolleranze alimentari nel cane: di cosa si tratta?

 
Negli ultimi anni abbiamo notato che i nostri amici a quattro zampe (sia cani, sia gatti) presentano sempre più spesso i sintomi di allergie e intolleranze alimentari.
Queste non sono altro che la naturale reazione dell’organismo a uno o più ingredienti presenti all’interno della pappa ingerita.
Quando l’organismo riconosce come tossiche o dannose alcune sostanze, infatti, quest’ultime vengono gestite attraverso l’attivazione di:
 
  • meccanismi di eliminazione ed espulsione;
  • un processo infiammatorio nell'organo bersaglio.
 
Se le allergie comportano addirittura una vera e propria reazione del sistema immunitario, le intolleranze provocano “solo” un’infiammazione su uno o più parti dell’organismo.
In entrambi i casi è importantissimo andare alla fonte del problema per risolverlo ed evitare il rischio di gravi complicanze.
Le allergie, infatti, possono provocare alterazioni assurde del sistema immunitario come lo shock anafilattico e le patologie autoimmuni, mentre le intolleranze, se non adeguatamente affrontate, generalmente creano infiammazioni croniche molto debilitanti.
 

Allergia o intolleranza alimentare: come faccio a riconoscerle?

 
È ormai evidente che molte patologie di riscontro comune siano di origine alimentare e ad oggi le cosiddette “diete da privazione” permettono di verificarne la causa con una certa facilità.
Queste ultime, infatti, costituiscono sempre più frequentemente il mezzo diagnostico più efficace per l’accertamento di allergie e/o di intolleranze alimentari nel cane.
A questo proposito, se hai notato uno o più sintomi nel tuo amico a quattro zampe, il consiglio è quello di recarti dal tuo veterinario di fiducia per effettuare insieme a lui tutti i controlli del caso.
È importante, infatti, non solo scovare la causa, ma anche affinare quanto più possibile la diagnosi differenziale fra allergia e intolleranza per agire di conseguenza nella maniera corretta!
 

Le differenze tra allergia alimentare e intolleranza alimentare

 
Di seguito ti spieghiamo in maniera semplice e diretta le differenze tra allergia e intolleranza alimentare nei cani.
Ricorda, però, che l’intervento del veterinario è sempre indispensabile per evitare il rischio di gravi errori di valutazione che possono causare seri problemi di salute al tuo amico peloso.
 
  • Allergia: coinvolgimento del sistema immunitario;
  • Intolleranza: reazione chimico - fisica senza coinvolgimento del sistema immunitario.
 
  • Allergia: tempi di risposta alla dieta da privazione compresa fra i 20 e i 90 giorni;
  • Intolleranza: tempi di risposta alla dieta da privazione compresi fra i 3 e i 30 giorni.
 
  • Allergia: localizzazione del prurito e lesioni alla cute, ventre, arti e padiglione auricolare;
  • Intolleranza: localizzazione del prurito e lesioni a padiglione auricolare, collo, ascelle, groppa, cosce, faccia volare del carpo.
 
  • Allergia: tempi di sensibilizzazione compresi fra gli uno e i dieci anni;
  • Intolleranza: tempi di sensibilizzazione anche in pochi giorni.
 
  • Allergia: interessamento principale dell’apparato cutaneo e gastroenterico;
  • Intolleranza: interessamento di tutti gli apparati fondamentali, con fenomeni infiammatori e/ o aumento delle secrezioni ed escrezioni.
 
  • Allergia: non influenzata dalla quantità di allergene, basta la sua presenza anche in minima quantità.
  • Intolleranza: reazione influenzata dalla dose.
 

Allergie o intolleranza: quali sono le più diffuse?

 
Fino ad alcuni anni fa era diffusa la convinzione che le allergie la facessero da padrone costituendo, da sole, oltre il 90% delle reazioni avverse al cibo.
Attualmente sono in molti ad essere convinti che la proporzione sia esattamente opposta con una preponderanza schiacciante per le intolleranze alimentari.
Chi ha ragione? La risposta possano darla proprio le diete da privazione che, attraverso i tempi di scomparsa della sintomatologia, possono chiarire l’origine allergica o da intolleranza della sintomatologia sospetta.
 

Cosa comportano davvero le intolleranze alimentari nei cani e da cosa derivano?

 
Come dicevamo, le intolleranze alimentari provocano, quale risposta dell’organismo a sostanze ritenute nocive, fenomeni infiammatori alla parte più sensibile dell’organismo (chiamata “organo bersaglio”).
Questa è diversa per ogni animale e, perciò, possono esserci cani affetti da otiti, congiuntiviti, dermatiti, gastroenteriti, cistiti e altri disturbi.
L’infiammazione dell’organo bersaglio può rappresentare spesso l’unica manifestazione visibile di un fenomeno d’intolleranza alimentare.
Attualmente la maggior parte dei problemi di salute dei cani strettamente collegata a fenomeni di intolleranza alimentare è causata da determinati residui farmacologici e chimici presenti sia in vari alimenti, sia nelle farine di carne (generalmente derivate da animali allevati intensivamente).
Inquinanti, conservanti, coloranti, residui di farmaci e tossine sono solitamente considerati la causa scatenante dell’insorgenza di reazioni avverse al cibo.
Ecco che, allora, offrire al nostro amico peloso una dieta sana, corretta e bilanciata a base di crocchette ipoallergeniche è un buon inizio per l’eliminazione dei disturbi.
 

Quali sono i sintomi delle intolleranze alimentari

 
L’elenco dei sintomi è sfortunatamente e incredibilmente lungo.
Vediamolo insieme:
   
Queste problematiche rappresentano gli effetti dei componenti tossici e/o i meccanismi di difesa dell’organismo per potersene liberare.
È importante sottolineare come intervenire sui sintomi non costituisce la soluzione al problema, ma è necessario eliminarne la fonte per garantire al nostro amico a quattro zampe la completa guarigione.
Ecco perché, come dicevamo poco sopra, somministrare al nostro amico peloso delle crocchette per cani intolleranti è il primo passo verso una corretta ripresa.
 

Crocchette ipoallergeniche: la soluzione alle intolleranze alimentari

 
L’unica soluzione valida per trattare in maniera corretta l'organo bersaglio delle intolleranze e delle allergie passa attraverso un’alimentazione sana, priva di residui tossici e completa.
Anche la singola assunzione di un alimento che l’organismo riconosce come tossico, infatti, provocherà per alcune ore (o massimo per alcuni giorni) un processo infiammatorio o uno o più sintomi sopra descritti.
Se l’alimento continuerà a far parte dell’alimentazione, invece, i sintomi diverranno per forza di cose cronici.
Le diete FORZA10, allora, nascono proprio per ridurre fino alla completa risoluzione tutti i disturbi di cui abbiamo parlato e lo fanno con straordinaria efficacia da 25 anni grazie all'impiego di pesce o carni alternative provenienti da allevamenti estensivi.
Ma non solo! Nelle nostre crocchette per cani intolleranti utilizziamo preziose sostanze botaniche titolate opportunamente dosate e combinate e i corretti quantitativi di Omega3 tali da riportare in equilibrio il loro rapporto con gli Omega6  permettendo, così, all'organismo di funzionare in modo fisiologico.
 

Crocchette per cani sensibili: la linea Active e la linea MONODiet di FORZA10

 
Quanto abbiamo appena detto prende forma nelle nostre linee Active e MONODiet.
La prima è indicata per le intolleranze alimentari e ha un fine nutrizionale specifico per patologia (renali, urinarie, intestinali, trattamento dermatiti, ecc…).
La linea Active, infatti, è una gamma di prodotti progettata per fornire supporto nutrizionale a cani e gatti con patologie specifiche e sensibilità alimentari (intolleranze o allergie) e grazie a una integrazione naturale con estratti botanici risponde anche a degli obiettivi nutrizionali per una specifica patologia.
Generalmente è consigliata dal medico veterinario in base alle necessità del singolo paziente.
La seconda, invece, non è puramente terapeutica, ma è una linea di alimenti low grain e grain free con un’unica fonte proteica animale studiati per ridurre le intolleranze alimentari a livello generale.
Si tratta, quindi, di una gamma di prodotti super-premium adatti al mantenimento che utilizza fonti proteiche alternative al pollo che aiutano a prevenire le sensibilità alimentari, ma anche più in generale a garantire la salute e il benessere dei nostri pet senza condizioni specifiche di patologia.
 

Crocchette ipoallergeniche: la ricerca scientifica sempre a supporto

 
Le nostre linee di crocchette per cani intolleranti nascono da studi attenti e precisi.
Noi di FORZA10, infatti, svolgiamo una costante attività di ricerca scientifica in collaborazione con prestigiose università e centri di ricerca che ha portato a oltre 30 pubblicazioni su importanti riviste scientifiche internazionali.
In questi anni abbiamo puntato ad eliminare negli alimenti il rischio della presenza di residui farmacologici, rifiutando l’utilizzo di carni da allevamento intensivo, così come di coloranti, appetizzanti e conservanti di sintesi.
Le ricerche dimostrano l'efficacia delle nostre diete contro le intolleranze alimentari nel cane, ma mirano anche ad ampliare la prospettiva su questo campo di studi, indagando la relazione tra alimentazione e patologie la cui causa è spesso considerata idiopatica (non certa) o attribuita ad altri fattori.
Abbiamo così scoperto e dimostrato reazioni avverse al cibo che conducono col tempo a fenomeni patologici inaspettati come disturbi dell'accrescimento, problemi comportamentali, diminuzione della fertilità e disfunzioni del sistema immunitario.
Una dieta corretta, sana e bilanciata è il primo fattore per regalare ai nostri amici a quattro zampe una vita felice al nostro fianco!
 
Speriamo che questo nostro articolo sia stato di tuo interesse e che possa esserti utile nella scelta delle migliori crocchette ipoallergeniche per il tuo cane.