Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Intolleranze alimentari nel cane: cause e rimedi

 

 

 

 

Cosa sono le intolleranze alimentari nel cane?

Quando l’organismo riconosce come tossiche o dannose delle sostanze ingerite, queste vengono gestite attraverso l’attivazione di:
  • meccanismi di eliminazione in seguito descritti;
  • un processo infiammatorio nell'organo bersaglio. Tali reazioni vengono definite intolleranze alimentari.

Cosa comportano le intolleranze alimentari nei cani?

Attualmente, la maggior parte dei problemi di salute di cani e gatti sono strettamente legati a fenomeni di intolleranza alimentare, causati dalla frequente presenza di precisi residui farmacologici e chimici presenti sia in vari alimenti sia nelle farine di carne e specialmente osso e grasso di animali allevati intensivamente. Le intolleranze alimentari provocano, quale risposta dell’organismo, proprio fenomeni infiammatori alla parte più sensibile (organo bersaglio). L’infiammazione dell’organo bersaglio può rappresentare spesso l’unica manifestazione visibile di un fenomeno d’intolleranza alimentare.

 

 

 

 

 

I sintomi delle intolleranze alimentari

L’elenco dei sintomi e degli organi colpiti è sfortunatamente e incredibilmente lungo:

Congiuntivite, lacrimazione costante, otite, alito cattivo, prurito al collo e fondo schiena, dermatite, hot spot, forfora, pelo secco e opaco, perdita continua di pelo, odore cattivo della cute, infiammazione delle sacche anali, desiderio costante di erba, vomito notturno a digiuno, flatulenza, feci molli o diarrea, leccamento, ansia, imprevedibilità, aggressività da paura, abbaio costante, eccitabilità, paure, disturbi dell’attenzione.

Queste problematiche rappresentano gli effetti dei tossici e/o i meccanismi di difesa dell’organismo per potersene liberare. Intervenire sui sintomi non costituisce la soluzione, è quindi necessario eliminare la fonte di questi problemi.

I professionisti delle intolleranze alimentari nel cane

L’unica soluzione valida per trattare l'organo bersaglio delle intolleranze e delle allergie nei cani passa attraverso un’alimentazione sana, priva di residui tossici e completa. Infatti, anche una singola assunzione di un alimento che l’organismo riconosce come tossico, provocherà, per alcune ore o massimo alcuni giorni, un processo infiammatorio o i sintomi sopra descritti variamente associati. Se l’alimento continuerà a far parte dell’alimentazione, i sintomi diverranno per forza di cose cronici.

Le diete FORZA10 nascono proprio per ridurre, fino alla risoluzione, i disturbi descritti, e lo fanno con straordinaria efficacia da 25 anni, grazie all'impiego di carni biologiche o pesce pescato in mare aperto in Islanda o carni alternative, sempre provenienti da allevamenti estensivi. Ma non solo. Utilizziamo preziose sostanze botaniche titolate, opportunamente dosate e combinate, e i corretti quantitativi di Omega3, tali da riportare in equilibrio il loro rapporto con gli Omega6,  permettendo all'organismo di funzionare in modo fisiologico.

Tutto ciò prende forma nella nostra linea Active, specifica proprio per le intolleranze alimentari.

intolleranze alimentari nel cane - linea active

Le nostre ricerche scientifiche sulle intolleranze alimentari del cane

Svolgiamo una costante attività di ricerca scientifica, in collaborazione con prestigiose università e centri di ricerca, che ha portato a oltre 30 pubblicazioni su importanti riviste scientifiche internazionali. A seguito delle scoperte del nostro fondatore, il Dr. Sergio Canello, abbiamo puntato a eliminare il rischio della presenza di residui farmacologici di un preciso antibiotico, l’ossitetraciclina, negli alimenti, rifiutando l’utilizzo di carni da allevamento intensivo, così come di coloranti, appetizzanti e conservanti di sintesi.

Le nostre ricerche dimostrano l'efficacia delle nostre diete contro le intolleranze alimentari nel cane, ma mirano anche ad ampliare la prospettiva su questo campo di studi, indagando la relazione tra alimentazione e patologie la cui causa è spesso considerata idiopatica (non certa) o attribuita ad altri fattori. Abbiamo così scoperto e dimostrato reazioni avverse al cibo che conducono a sintomi inaspettati e non contemplati dalla medicina veterinaria, come disturbi dell'accrescimento, problemi comportamentali, diminuzione della fertilità e disfunzioni del sistema immunitario.