Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Otite del cane: l'otite cronica del cocker

Il cocker

Nasce molti anni fa come cane da caccia, ma è diventato tra i più amati cani da compagnia per tutta la famiglia. Il loro straordinario buon carattere e il loro animo molto sensibile, lo rendono il compagno ideale per coloro che hanno bambini in casa. Il suo innato spirito tollerante e sociale lo pone spesso accanto ad altri animali: il cocker infatti ama la compagnia degli altri cani e li va spesso a cercare. È un eterno cucciolone, affettuoso con tutti e facilmente addestrabile, se pur richieda estrema attenzione e molta costanza nell'insegnamento delle regole fondamentali.
 

Otite nel cocker

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio del cane, che provoca prurito, dolore, produzione di cerume, odore cattivo e conseguente rischio d’infezioni di germi, parassiti e funghi.

L’otite del cane è considerata una delle patologie in assoluto più difficili che ogni veterinario deve affrontare. Tanti sono i casi con recidive che risultano frustranti per animali, proprietari e terapeuti.

Essendo caratterizzato da grandi orecchie, molto pelose e coperte dal passaggio di aria, il cocker è una razza predisposta alla formazione di otiti.

Bisogna quindi rassegnarsi?

 

Otite del cane: cause

Sono molti i fattori che possono portare all’otite del cane. Ecco quali sono le cause primarie:

  • parassiti, in particolar modo acari dell’orecchio che possono portare a forte prurito e alla produzione di un cerume scuro;
  • lieviti, come la malassezia, già presente sulla pelle, che in certe condizioni possono proliferare in eccesso;
  • forme allergiche. L’orecchio e il condotto uditivo fanno parte della cute e come quest’ultima può dunque essere soggetto a forme allergiche. Cani soggetti a dermatiti possono quindi sviluppare anche delle otiti. Si studia inoltre la correlazione tra questa problematica e le intolleranze alimentari con manifestazioni in questo apparato.
  • patologie endocrine;
  • detersione inappropriata;
  • tumori.

Seppure il cocker abbia una predisposizione naturale verso lo sviluppo dell'otite, se il cane gode di ottime condizioni di salute, grazie a un'alimentazione e uno stile di vita corretti, le possibilità di formazione di otiti diminuisce drasticamente e di conseguenza l’attacco da parte dei patogeni può non avere efficacia.

Otite del cane: la soluzione

Verrà prescritta dal proprio medico veterinario a seconda delle cause riscontrate. Verrà effettuata una diagnosi a seguito di esami al padiglione auricolare e al condotto uditivo con gli strumenti del caso. Possono inoltre venire effettuati dei prelievi delle secrezioni per capire al microscopio se ci sono parassiti.

A seguito il vet deciderà come agire. Generalmente una pulizia del condotto e un trattamento antibiotico e antibatterico idoneo alla problematica.