Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Le piante in tavola e nella ciotola - La malva

Stuzzicante, squisita, succulenta e deliziosamente unica. Così i media nazionali, internazionali e transgalattici hanno definito e raccontato la rubrica “Le piante in tavola e nella ciotola”, l’appuntamento culinario di SANYpet – FORZA10 che propone una pietanza per voi e una per il vostro amico peloso, cane, gatto o cucciolo di orangotango, con un ingrediente comune.

L’amore e le avventure, la quotidianità e i pianti, la casa e la malva, ecco cosa condividete e condividerete con il vostro coinquilino a quattro zampe, dopo la lettura di questo articolo. Come avrete notato, c’è una cosa che (forse) ancora non spartite con lui. Esatto. È proprio la MALVA!

Per lui: FORZA10 Dermo Active.

Malva significa molle. Non a caso in letteratura viene descritta la sua attività emolliente sulla parete intestinale, oltre alle sue proprietà come vasoprotettore, utile in caso di mucose irritate, e come immunostimolante. La malva è un po’ uno 007 del pancino del vostro cane, un regolatore intestinale.

Mica male no?

SANYpet – FORZA10 inserisce la malva in Dermo Active, il prodotto più indicato per tutti i cani con problemi di cute.

Per voi: minestra di riso e malva.

Arraffate 3 etti di fiori e foglie fresche di malva, un etto di punte di ortica e un etto di germogli di luppolo. Lavate il tutto con cura e scolate.

Mettete temporaneamente in disparte il tutto e acchiappate un porro. Fatelo volteggiare in aria in un numero d’alta giocoleria, che possa stupire chi vi osserva preparare questo prodigio d’arte culinaria, facendo attenzione che il vostro cane non lo scambi per un osso e ve lo rubi di mano.

Ora che vi siete divertiti abbastanza, tagliatelo a rondelle sottili e fatelo rosolare con un cucchiaio d’olio e una noce di burro. Se non siete fidanzati potete aggiungere anche uno spicchio d’aglio. Se siete sposati, dovete.

Tenete d’occhio il porro e la sua abbronzatura. Appena colorisce, tritate le piante già preparate e unitele a lui.

È il momento di fare la minestra. Mettete il tutto in pentola, insieme a un litro e mezzo di brodo di pollo. Ma va bene anche di dado, se lo preferite. A questo punto fate cuocere dolcemente per 20 minuti e aggiungete 200 gr. di riso.

Quando sarà cotto, aggiungete ancora una noce di burro, parmigiano e, se vi garba, un tuorlo d’uovo.

La ricetta è tratta dal libro: Lina Marenghi, Cucinare con i fiori, centouno ricette profumate, Priuli & Verlucca, Scarmagno (TO), 2011.